Un mondo pieno di immaginazione – A world full of imagination

img_1975

img_1871Anche quest’anno siamo stati fortunati e siamo partiti per la settimana bianca. Adoro le montagne e sin da bambina ho sempre sognato di vivere tra i monti come Heidi. 
Mi ha sempre affascinato la realtà dei villaggi di montagna, la vicinanza che hanno con la natura, la loro connessione con le materie prime. Sicuramente la mia immagine romantica non rispecchia la fatica della realtà lavorativa, spesso svolta in condizioni climatiche difficili, però nulla toglie alla mia sensazione di sicurezza che ho quando penso alle mie amate Dolomiti.

img_1953

This year we were again lucky enough  to go skiing for a week in Italy. I adore the mountains and since I was a little girl I have been dreaming of living there just like Heidi.  I always been fascinated by the lifestyle that little mountain villages offer, their close connection with nature and its resources. I don’t doubt that my romantic vision doesn’t necessarily mirrors the reality of hard work, often in extreme climatic conditions, but this doesn’t diminish my feelings of comfort when I think of my beloved Dolomites.

Mi piacerebbe andare a vivere li’ per un anno e ne parlavo con la signora che ci ha affittato casa. Lei mi diceva che la loro difficoltà è il doversi arrangiarsi con quello che hanno e che, per chi viene da un paese più grande, la mancanza di ‘comodità’ sarebbe probabilmente la cosa più difficile a cui abituarsi. A volte però è proprio questa realtà così complessa che mi destabilizza. L’aspettativa che abbiamo nel dimostrare sempre chi siamo e cosa facciamo. Le aspettative che abbiamo nei confronti dei nostri figli, sia a scuola che nelle attività extra scolastiche. A volte la giornata si tranforma in una corsa contro il tempo e se non si è attenti si rischia di lasciare poco spazio all’immaginazione.

 

I would like to experience life there and I was talking about it with tha landlady of the apartment that we rented for the week. She was telling me that their biggest difficulty is to make the most of what is on offer and that for somebody coming from a bigger town, the most difficult thing would be to get used to the lack of ‘convenience’. Sometimes, however, it is the complexity of our lives that destabilises me.  The expectation that we always have to demonstrate who we are and what we do. The expectation that we have of our children, both at school and in their extra-curricular activities. Sometimes I have the impression that my day is a race against the clock and one must be careful to leave space for imagination.
E questa vacanza è stata senza dubbio all’insegna dell’immaginazione, soprattutto per i miei bambini. Durante le loro mattinate con i maestri di sci non sono mai mancate lungo le piste delle soste i cui venivano indicate baite e grotte legate a leggende e storie. E così quasi tutti i pomeriggi mi sono fatta trasportare nel bellissimo mondo dell’immaginazione e ho seguito con fiducia i miei bambini sugli sci…

Ho scoperto la casa dei porcellini,
la casa del lupo “shhh, non svegliamo il lupo!”
La casa della strega “stai attenta a non cadere!”
La grotta dell’orso Bubu.

Il gigante della montagna “stai tranquilla mamma, è buono”.
E cosi’ via…

 

Without a doubt during this holiday the imagination played an important part, especially for my children. During their mornings with their ski instructors, there were many breaks along the piste in which they were shown and told stories and legends connected with the wooden barns and caves. And so nearly every afternoon I was very happy to follow my children on skis and enter their world full of imagination.

I saw the three little pigs houses,

the wolf’s house “shh, let’s not wake him up!”

the witch’s house ” careful not to fall!”

Bubu the bear’s cave

The giant of the mountain “don’t worry mummy, he is a good giant”

And so on…


Inoltre quando scii, se cadi c’é sempre qualcuno che ti porge una mano per aiutarti, se sei in difficoltà puoi stare tranquillo che qualcuno si fermera’ per te. Sara’ l’aria pura, la bellezza delle montagne, che ti lascia quasi senza fiato, il profumo dei bochi, la legna tagliata e tenuta precisa, il silenzio, che rende tutti piu’ sereni, piu’ gentili e generosi.

 

Furthermore, when you ski if you fall there is always somebody giving you a hand to get up, if you’re in difficulty you can be sure that somebody will stop and help you. I don’t know what it is that makes every one more serene, kind and helpful but probably it is the pure air, the astonishing beauty of the mountains, the smell of the forest, the tidy piles of cut logs, the silence.

img_1924img_1918img_1876img_1931img_1898img_1872img_1897img_1875

Torno a casa da questa settimana con la volontà di apprezzare e cercare di più la semplicità nella vita quotidiana che per me, in fondo in fondo, e’ la cosa che mi rende serena. 
Prima di partire ho ordinato l’ultimo libro di Reiko Kato, “The new adventures of Sue and Billy” pubblicato da QUILTmania e ritrovo nelle creazione e nei tessuti usati da questa bravissima artista giapponese tutta la semplicità  di cui sento aver tanto bisogno in questo momento in cui la geo-politica del mondo sta cambiando in un modo in cui non mi riconosco. E cosi’ rivedo in Sue e Billy i miei figli e nelle scene del villaggio e nei tessuti con colori naturali e caldi un mondo immaginario che mi ricorda quando ero bambina. 
I come back home from this holiday with a wish to appreciate more and look for the simplicity of daily life, that if I am honest with myself is really what makes me most happy. Before leaving I ordered Reiko Kato’s last book ” The Adventures of Sue and Billy” published by QUILTmania. I find in Reiko’s creations and fabrics  all the simplicity for which I feel so much need, especially in this moment in which the geo-political scenery is changing in a way that I don’t recognise myself. And so I see in Sue and Billy my own children and in their adventures that imaginary world that reminds me of when I was a child.

img_2002

Inoltre sto anche leggendo il bellissimo libro di Lucy Maud Montgomery “Anne of Green Gable” e così cerco di distaccarmi da questo mondo in cui si vogliono costruire muri  e chiudere le porte e mi rifugio in un mondo immaginario che spero mi dia la forza ed energia per combattere nei valori in cui credo e che i nostri nonni hanno combattuto con fatica.
I am also reading the beautiful book of Lucy Maud Montgomery ” Anne of Green Gables” and so I try to detach my self from this world in which we hear of walls to be built and doors to be shut and I find comfort in my world of imagination that I hope will give me the energy to fight for the values in which I believe and that our grandparents fought with such effort.

Happy New Year and Coral, The Queen of the Sea

Happy New Year to you all! I had  wonderful Christmas in Italy spending many lovely days with my family and friends. It always feels  good to be back home, everything is very familiar and relaxing. The weather was amazing and we had a perfect mixture of days out and lazy days at home eating lovely food…thank you mamma!

Buon Anno a tutti voi! Ho trascorso un bellissimo Natale in Italia. E’ sempre cosi’ bello tornare a casa e rivedere la famiglia e gli amici. In molti mi hanno chiesto che effetto mi fa tornare, e per me e’ la cosa piu’ naturale che c’e’. Nonostante sia dieci anni che viva in Inghilterra, l’Italia e’ e sara’ sempre la mia casa! Il tempo era bellissimo e abbiamo fatto un po’ di gite ma ci siamo anche goduti la casa e del cibo delizioso….grazie mamma!

We visited Castel Gandolfo and the Apostolic Palace (that is now open to the public).

Abbiamo visitato il  paese di Castel Gandolfo e  il palazzo apostolico, che e’ adesso aperto al pubblico.

We had a wonderful walk by the sea side in Anzio and on our way back home we stopped at Beach Head War Cemetery, which contains 2,316 Commonwealth burials from the Second World War. It was very moving.

Abbiamo fatto una bellissima passeggiata al mare ad Anzio e al ritorno ci siamo fermati a visitare il Cimitero militare di Beach Head dove oltre 2000 soldati del Commonwealth riposano dopo il drammatico sbarco di Anzio. Era veramente commovente.

And of course we went to the eternal city, Rome.

E ovviamente siamo andati a Roma, la citta’ eterna.

img_1538

The children played with their italian friends and cousins and  also joined the local children in a Christmas ‘tombolata’ at the local library. Tombola is a family game played traditionally  at Christmas and it is similar to bingo.

I bambini hanno giocato con i loro amici e cuginetti italiani e hanno anche partecipato alla tombolata organizziata dalla biblioteca del mio paese natale (il mio nome e’ ancora registrato!)

img_1432

Unfortunately back in England I had  a very nasty cold/flu than then did the round of the family. This meant that everything went on a standby, no work, no school, no clubs. My daughter was the one that needed more days at home to recover and we took advantage of some quiet time and did some sewing together. We made Coral, The Queen of the Sea!

Purtroppo appena tornata in Inghilterra mi sono presa l’influenza e dopo una settimana a casa, marito e figli si sono sentiti male con la stessa cosa. Cosi’ niente lavoro, scuola e attivita’. Mia figlia e’ stata quella che ha sofferto di piu’ ed e’ stata piu’ giorni a casa e cosi’ abbiamo deciso di cucire insieme. Abbiamo fatto la bambola Coral, la regina del mare!

img_1640

Not long ago I purchased a fabric panel design by Stacy Iest Hsu for Moda fabric.  This is a very clever idea because with only one panel you will make a doll, a blanket, a cushion, a little soft toys and some clothes. The panel is pre-printed with the patterns so that all you need to do is to cut on the dotted line and sew. You can, of course, add your personal touch and be creative by, for example, adding some embroidery or beads.

Prima di Natale ho comprato su internet un pannello di tessuto disegnato da Stacy Iest Hsu per Moda fabric. E’ un’idea veramente ingegnosa perche’ il pannello e’ pre-stampato con i modelli per fare una bambola, il suo amichetto, una copertina, cuscino e anche le pinne e una gonna. Tutto quello che devi fare e’ tagliare e cucire e aggiungere, se vuoi, dei piccoli dettagli.

img_1622

My daughter loves her new doll and you can see in her eyes her sense of achievemnet and pride! I helped sewing the trieckiest part but she did it most on her own and said ‘it was the best thing ever!’.

Mia figlia adora la sua nuova bambola e si legge nei suoi occhi la sua felicita’ e orgoglio. L’ho aiutata un po’ a cucire le parti un po’ piu’ difficili, ma altrimenti ha fatto tutto da sola. Ha detto che e’ stata ‘la cosa piu’ bella!’

There are more panels available designed by Stacy Iest Hsu  and I’m sure we’ll be making more projects like this.

Ci sono altri pannelli disponibili disegnati da Stacy Iest Hsu e penso che ne faremo altri!

Handmade is magic!

Creare e fare e’ magico!

A presto,

Francesca

Christmas Traditions at Hinton Ampner House: a feast for the eye!

A few months ago I started to volounteer with the National Trust by helping the conservation team at Hinton Ampner House, Hampshire (UK). The beautiful Hampshire Manor was left to the National Trust by Ralph Dutton, the 8th and last Lord Sherborne, in 1985. The village of Hinton Ampner is situated 8 miles from Winchester, in a stunning position surrounded by unspoilt countryside.

This year the house and garden team have transformed every room by creating a magnificient and handcrafted Christmas atmosphere. It’s a feast for the eye! If you’re in the area I would highly recomend a visit. The house celebrates Christmas Traditions and every room is decorated according to one. From the Scottish New Year custom First Footing to how Ralph Dutton would have entertained the local children by inviting them and their families to his house for tea followed by a puppet show and Carol singing. Traditions of Christmas carols, stockings and foods are explored in a truly wonderful way.

I felt priviledged this morning to help with the daily duties and to enjoy every detail of the Christmas decorations before opening time. Here is a little peek…

Qualche mese fa ho iniziato a collaborare nella Villa Hinton Ampner aiutando il team dei conservatori dei beni culturali. Questa bellissima Manor House e’ stata  lasciata nel 1985 da Ralph Dutton, l’ultimo Lord Sherborne, al National Trust (un’organizzazione nata nel 1895 che si occupa della conservazione dei monumenti storici e anche dei beni naturali). Il villaggio di Hinton Ampner si trova a circa 10 chilometri da Winchester in una bellissima posizione elevata circondanda da una campagna che e’ rimasta uguale a com’era tanti anni fa.

Quest’anno la casa e’ stata trasformata con delle bellissime decorazioni natalizie, molte fatte a mano, ricreando sia l’atmorfera che ci sarebbe stata all’epoca di Ralph Dutton sia esplorando le tradizioni natalizie britanniche. Ogni statnza e’ decorata a proposito. Si parte dalla tradizione scozzese del First Footing, in cui ogni famiglia doveva seguire dei rituali come: pulire la casa prima di Capodanno, pagare tutti i debiti ed altri rituali scaramantici. Nelle altre stanze vengono poi esplorate le tradizione dei canti natalizi e dei Christmas Stocking e dei regali.  La sala da pranzo invece e’ una celebrazione delle tradizioni culinarie del periodo Tudor, Vittoriano e Georgiano.

Stamattina e’ stato un privilegio preparare la casa per l’apertura al pubblico e ammirare ogni dettaglio delle decorazioni natalizie. Se siete in zona vi consiglio vivamente una visita!

img_1305img_1303img_1304img_1301img_1302img_1300img_1299img_1295img_1294img_1292img_1296img_1297img_1298

A presto,

Francesca

 

 

 

 

Frosty walk

Questa mattina,dopo aver portato i bambini a scuola sono andata a fare una passeggiata per rinfrescare la mente prima di iniziare una giornata di lavoro.

Come è bella l’aria frizzante dell’inverno, i grandi campi verdi della campagna inglese e il senso di libertà quando cammini circondata dalla natura.

This morning, after leaving the children at school, I went for a short walk to refresh my mind before tackling my to do list.

I love the frosty air, the green fields of the English countryside and the feel of freedom when you walk surrounded by nature.

img_1288img_1255img_1275img_1276img_1278img_1277img_1279img_1280img_1282img_1285img_1281

Buon lunedì a tutti!

A presto,

Francesca

It’s beginning to look a lot like Christmas

It’s beginning to a lot like Christmas! Yesterday I went with some friends to the Winchester Cathedral Christmas market and as always the atmosphere was lovely! This year marks the 10th anniversary of the Christmas market and I rememer well when it started. I move to the UK ten years ago and for a couple of years I lived with my husband just round the corner from Winchester Cathedral and of course the Christmas market! How many special memories.

Yesterday was a very cold, crispy, sunny day (-4) so to warm up and refuel we decided to stop for a coffee and croissant at the Cafemonde, a really nice and cosy cafe’ which I highly recommend if you’re visiting Winchester.

It’s beginning to a lot like Christmas! Ieri sono andata con alcune amiche al mercato di Natale di Winchester (Winchester Cathedral Christmas market) e, come ogni anno, l’atmosfera era bellissima. Quest’anno il mercatino festeggia i suoi primi dieci anni. Mi ricordo bene il primo anno perche’ mi ero appena trasferita in Inghilterra e vivevo molto vicino alla Cattadrale. Quanti bei ricordi!

Ieri la giornata era molto fredda (-4) ma con bel sole invernale. Dopo aver portato i bambino a scuola e arrivate a Winchester ci siamo fermate a fare colazione con un cappuccino e cornetto al Cafemonde. E’ un bel bar e se vi dovesse capitare di venire a Winchester ve lo consiglio.

 

The day was perfect! Each wooden chalet was filled with many unique product and the smell of spices and mulled wine created a festive atmosphere.

La giornata era perfetta per una passeggiata tra le casette di legno, ognuna con prodotti unici e l’odore del vin brule’ e cioccolato caldo era un ottimo accompagnamento all’atmosfera natalizia.

Back home the festive theme has entered our house, the children have been busy making decorations with plasticine

L’atmosfera natalizia e’ arrivata anche a casa nostra, i bambini sono stati impegnati con la plasticina

img_1267

and reading Christmas stories at bedtime

e le storie di Natale sono entrate nella routine serale prima di andare a letto.

img_1268

And of course the Advent Calendar is out!

Ovviamente il calendario dell’Avvento e’ stato appeso in salotto con tante sorpresine!

This lovely pattern is from Australian designer Anni Downs of Hatched and Patched. I think I made it two years ago and it was one of my first patchwork project. It was a fun quilt to make and I enjoyed every step.

Questo calendario l’ho fatto circa due anni fa ed e’ stato uno dei miei primi progetti. Ho seguito il  modello di Anni Downs, il suo sito e’ Hatched and Patched.

This week have been busy with my crochet hook. I made some fingerless gloves using some special pure Wensleydale wool that I bought at the Knitting and Stitching show in October. They are very warm and they’re not itchy. The pattern is from ‘Cute&easy crochet’ by Nicki Trench.

Questa settimana sono stata impegnata con l’uncinetto. Ho fatto questi guanti dal libro di Nicki Trench ‘Cute&easy crochet’. Ho usato una lana speciale comprata al Knitting and Stitching show di Londra ad Ottobre. E’ lana pura del Wensleydale . Somo veramente caldi e non pizzicano!

img_1269

I aslo been crocheting some warm hats using leftover socks yarn for two special friends (amici del cuore) of my two children. Oh, A and J love their new hats so much that A even slept with it! How special it is that you can create something with your hand and make somebody happy. They gave a big hug and I felt just great!

Ho anche fatto dei cappellini per due amici del cuore dei miei figli.Ho usato della lana 4ply per i calzini e il risultato mi piace. Ma la cosa ancora piu’ importante e’ che A e J li adorano! A si e’ addirittura addormentata abbracciando il suo cappellino con la rosa. Non e’ bellissimo che puoi creare qualcosa di cosi’ semplice con le tue mani e rendere qualcuno felice. Quando gli ho dato i cappelli mi hanno abbracciato forte forte, che bello!

img_1243

 

Keep warm and keep creating!

A presto,

Francesca

 

I colori dell’autunno

Quest’anno i colori dell’autunno sono stati meravigliosi qui in Inghilterra. Trovo che l’autunno sia davvero una stagione speciale, probabilmente la mia preferita.

A volte le foto parlano meglio della parole…

This year the autmn colours has been absoluty stunning here in England. I think Autumn is my favorite season, it’s a very special season.

Sometimes pictures are more powerful than words…

I bellissimi giardini di Sir Harold Hillier Gardens a Romsey, Hampshire

Kingston Lacy, National Trust, Dorset.

Arne, RSPB Nature Reserve, un posto bellissimo.

Salisbury Cathedral, Wiltshire.

E’ stato bello in queste ultime settimane godersi il sole autunnale ed apprezzare le bellezze della natura e anche dell’uomo!

It’s been wonderful, in the last few weeks, to be out and to enjoy the lovely autumnal sunshine and appreciate nature (and also human!) wonderlands!

A presto,

Francesca

Work in progress

Every two months The quilt room, a lovely shop in Surrey (England), sends me a parcel with a copy of Quiltmania magazine and Petra Prins fabric. It’s always exciting when a parcel lands on your doorstep and I find Quiltmania magazine very inspiring and beautiful and Petra’s fabric just stunning! It’s a winner that always lifts my heart!

Ogni due mesi The quilt room, un negozio molto carino nelle campagne inglesi del Surrey, mi manda un pacco con una copia della rivista Quiltmania e i tessuti di Petra Prins per completare parte del quilt. La rivista è piena di ispirazione e i tessuti sono veramente belli, le tinte, i motivi, i colori. Ogni volta che il postino mi porta questo pacco, ah il mio cuore si riempie di gioia!

img_20161017_114315

I am very pleased with how my Mystery Quilt ‘Discovery‘ is coming along so far. It’s been challenging at times because I am using techniques that I never used before but I’m really enjoying this project. There are some mistakes but overall it’s looking quite effective, I think. I’m still few months behind the block of the month programme but I’m happy with it! I’m ready now to start on the next stage which involves lots of paper piecing.

Sono molto soddisfatta su come il Mistery Quilt ‘Discovery‘ stia riuscendo. Non è un progetto molto facile perché Petra usa molte tecniche che io personalmente non conoscevo ma è sempre bello mettersi alla prova. Nonostante qualche errore sono felice del risultato. Felice e anche orgogliosa se devo dirla tutta!  Adesso mi aspettano due mesi di english paper piecing per completare la parte successiva.

I have been very lucky this year and I was able to go to the Knitting and Stitching Show in London last weekend with my dear friend Beata. We had a great time and we came home with many gorgeous yarns, patters, fabrics and a quilt kit! Over the next few months I’m sure I will  show you and write about my new ‘working in progress’.

Quest’anno sono stata molto fortunata e sono riuscita ad andare a Londra al Knitting and Stitching Show con la mia cara amica Beata. Ci siamo divertite molto e siamo tornate a casa con dei filati bellissimi, tessuti e tanti nuovi progetti che sicuramente vedrete su questo blog nei prossimi mesi.

Domenica scorsa ho subito iniziato con una sciarpa ideata da Joanna Clarks. Joanna ci ha fatto scegliere tre tipi di filati diversi di colori a nostra scelta è fino adesso sono arrivata qui…

Last Sunday I started straight away on a lovely scarf pattern designed by Joanna Clarks. Joanna made us a kit with different yarn and this what it looks like so far…

img_20161017_114506

I love it! It’s extremely soft and lovely to knit. I’m treasuring my evenings when the children are in bed and I can just knit…

I will write more about the yarns and the pattern when my scarf is completed, hopefully soon.

Mi piace tantissimo! E i filati si lavorano che è una meraviglia. Scriverò di più una volta finita la sciarpa.

A presto,

Francesca

Knitting and podcasts

dsc02129

This week I have been knitting a pair of socks design by Olivia Villarreal called  Wildflowers and honeycomb. I’m using Opal cotton  Premium, the colour is called Tuscan (8894). I have never knitted a pair of socks using a cotton yarn and I am enjoying it. It’s very soft. The pattern is lovely to follow too. While knitting I have been listening and watching podcasts of some very talented and inspiring ladies: Sew Sweet Violet,  Sweet Sparrow Knits, The Sampler Girl  and The Knitmore Girls. Thank you for keeping me company!

Questa settimana ho lavorato a maglia su un paio di calzini chiamati Wildflowers and honeycomb di Olivia Villarreal. Il filato che sto usando è un cotone di Opal, il colore è Tuscan (8894). E’ la prima volta che faccio dei calzini in cotone e devo dire che mi piace molto. Anche lo schema è facile da seguire. A tenermi compagnia durante le mie ore di lavoro a maglia sono stati i podcast di alcuni donne, la cui creatività e bravura è ammirevole. I podcasts sono tutti in inglese, ma possono essere un buon allenamento per migliorare o ripassare la lingua! Vi consiglio Sew Sweet Violet,  Sweet Sparrow Knits, The Sampler Girl  and The Knitmore Girls.

Happy knitting!

A presto,

Francesca

 

Un week-end come piace a me…

dsc02096

Una passeggiata in campagna – a walk in the countryside

dsc02099

Un campo rigato – A stripy field

dsc02112

Una corsa tra i campi – running in an open field

dsc02097dsc02109

dsc02111

La raccolta delle more – blackberry picking

imag1710

imag1706

Finalmente ho fatto una gonna, che avevo promesso a mia figlia gia’ da maggio, con un tessuto Liberty – I finally made a skirt for my daughter with some Liberty fabric bought back in May

dsc02119

dsc02120

Pizza  e New York cheesecake (il preferito di mia figlia!) fatto in casa per finire – home made pizza and New York cheesecake (my daughter’s favorite !)  to end our lovely week-end

Adoro i week-end trascorsi tranquillamente a casa, senza troppi programmi. Trovo che dopo una settimana a scuola, a volte la cosa migliore da fare sia rilassarsi liberamente, senza troppi orari e regole da seguire. Abbiamo camminato, cucinato, cucito, letto, giocato come e quando volevamo e ora siamo pronti ad affrontare questa nuova settimana!

I love a week-end spent at home. I find that after a busy week at school, sometimes the best thing to do is just to relax, freely, at home, without any plan. We went for a walk, cooked, sew, read, played as and when we felt like it and we are now ready to start a new week!

A presto,

Francesca